Consigli per un lungo viaggio

Immagina la delusione ... 😭 ... tanto lavoro per un lungo viaggio per poi finire a pochi metri dal luogo di partenza!

E', dunque arrivato i momento di capire bene come sfruttare al meglio le correnti marine senza dimenticare l'importanza del vento che è ancor più decisivo per determinare la direzione del viaggio.

Considerando che la zattera alla fine viaggia in condizioni di "deriva" cioè spinta solo dal vento e dalle correnti in questo articolo voglio dare tutte le indicazione necessarie per sfruttare questi elementi naturali per portarti lontano.
Non sarà facile e nemmeno subito esaustivo ma piano piano aggiungerò informazioni per avere un quadro più completo possibile delle correnti e dei venti nel mondo.

Immaginate quanto sia ambizioso questo progetto: stagionalità, cambio delle condizioni climatiche, e vastità dei mari e degli oceani.

Solo per una dinamicità grafica e per farti osservare il posto in cui vivi riporto una immagine con cui sono ben rappresentate le maggiori correnti oceaniche, così magari, facciamo anche un po' di cultura generale :


Se vuoi un po' di dettaglio in più della zona mediterranea guarda qui che hai tutto quello che serve 
https://www.meteonetwork.it/rete/livemap/

Per la zona nord atlantica questo è imbattibile
https://en.vedur.is/


La mia tecnica è molto più semplice: se guardando il mare il vento batte sulla tua schiena sei nelle condizioni migliori per il varo della tua zattera

Stai attento ai piccoli golfi o alle calette perchè una buona partenza si potrebbe arenare in pochi minuti su una delle due anse che chiudono la rientranza.




"Perchè tra immondizia degli oceani ci sia speranza e un mondo migliore..."




Nessun commento:

Posta un commento